Guardare, percepire, esprimere.

Fotografare un cantiere può sembrare una cosa poco interessante ai più, ma per me è una grande fonte di ispirazione. Il cantiere è un mondo a parte, affascinate e sempre in movimento. Una trasformazione quotidiana, un paradosso costante: l’immobilità dei materiali si contrappone e si fonde con il movimento degli operai.

Guardo un cantiere e davvero ne percepisco la forza che tutto muove e la direzione in cui tutto va. Guardo un interno e lascio che la visone d’ insieme mi apra a nuove prospettive.

Uno spazio interno pensato per l’uomo deve prima di tutto saper accogliere. Questo mi affascina, trasporre in immagine questa percezione che è il risultato di un grande sforzo di intenti, studio e progetti.

Con la mia fotografia voglio esprimere una visione personale del laboratorio all’aria aperta di quello che diventerà struttura. Le persone vivranno questi edifici e io cerco di interpretarne visivamente la misura d’uomo che li caratterizza e di astrarne l’idea che li anima.

Con i miei lavori ricerco pulizia dello scatto dove di solito c’è solo polvere e ordine dove il movimento la fa da padrone. Armonia negli interni e racconto attraverso le immagine del linguaggio dell’abitare.

Investire sul mio lavoro significherà fotografare con creatività l’evoluzione di un cantiere, dalla posa in opera agli allestimenti finali per ritrarre il vostro progetto, pubblicizzarlo, allettare nuovi potenziali clienti. Fotografare spazi interni per dare loro lo spazio che meritano, per valorizzare l’intento, per rappresentare la loro novità.

In un mondo social dove l’immagine la fa da padrona, investire in fotografie di qualità fa la differenza.

Il vostro sito web racconta chi siete e cosa offrite: la fotografia arriva là dove a volte nemmeno le parole arrivano. Mostriamo insieme cosa sapete fare.